Chi conosce Palazzo Belfiore?

firenze

Un turista un po’ distratto a Firenze potrebbe essersi lasciato sfuggire la possibilità di visitare Palazzo Belfiore: ebbene, si tratta di un’opportunità che vale la pena di recuperare, per il fascino misterioso di questo edificio. Non si pensi di avere a che fare con un monumento al pubblico, però: si tratta, invece, di una struttura ricettiva, con sette appartamenti che sono situati in un palazzo storico del capoluogo toscano. Gli appartamenti sono disposti su più piani, e chi ha esigenze di mobilità particolari – per esempio i disabili – può usufruire senza alcun problema di quello collocato al piano terra. Non si può che restare ammirati entrando in questo edificio, la cui parte centrale risale addirittura al Trecento.

E il fascino prosegue scoprendo che ogni appartamento è stato intitolato a un personaggio celebre della città: ecco quello dedicato a Cosimo il Vecchio, quindi, insieme con quello che omaggia Leone X, quello che celebra Lorenzo il Magnifico, quello che ricorda Bianca Cappello, e così via. E se questi nomi sono sconosciuti o quasi, non c’è problema: è sufficiente recarsi sul sito www.guideintoscana.it per trovare una guida con cui esplorare le meraviglie fiorentine e conoscere tutti i lavori e i ricordi più importanti lasciati da questi personaggi celebri.

Tornando a Palazzo Belfiore, ogni camera è caratterizzata da una composizione differente, anche se tutte sono dotate di un angolo cucina in cui sono presenti i fornelli e il frigo. Non mancano, poi, un salottino e la lavatrice, per assecondare tutte le esigenze e garantire ogni comfort, specialmente alle famiglie con bambini.

Avendo la possibilità di scegliere in quale appartamento alloggiare, non si può che puntare su quello intitolato alla moglie di Lorenzo, Clarice Orsini: il motivo è facile da intuire se si dà un’occhiata ai numerosi affreschi che rivestono il salotto, con animali, rombi e motivi che rievocano i disegni di Palazzo Davanzati. L’accoglienza è decisamente piacevole, ma quel che fa ancora più impressione è il fatto di trovarsi nel bel mezzo del centro storico, a pochi metri da Santo Spirito, dal Giardino di Boboli, da Palazzo Pitti, dalla Galleria degli Uffizi e da Ponte Vecchio. Ma anche se Palazzo Belfiore è collocato in una zona molto centrale, non c’è da temere la confusione: l’area è davvero silenziosa.

Uscendo di casa, ci si può imbattere in una delle numerose botteghe artigiane che hanno contribuito a rendere il nome di Firenze famoso nel mondo, tra locali caratteristici e antiquari che consentono di respirare un clima quasi rinascimentale. L’arredamento di tutti gli appartamenti propone mobili antichi, mentre la ristrutturazione che è stata operata di recente ha consentito di conservare e di recuperare tutti i dettagli architettonici del passato per coniugarli con servizi impeccabili sotto ogni punto di vista: ecco, allora, la tv in camera e la connessione a Internet, la disponibilità di una stampante e l’aria condizionata, ma anche strumenti per fax e fotocopie. Monica e Victorio Belfiore sono i proprietari a cui fare riferimento.